Seguici su

Progetto PCTO per alunni certificati ai sensi della L. 104/92

Il percorso si attiene a quanto previsto dal D.Lgs. N. 77/05, nel quale è indicato che i periodi di apprendimento mediante esperienze di lavoro sono dimensionati, per i soggetti disabili, in modo da promuoverne l'autonomia anche ai fini dell'inserimento nel mondo del lavoro.  Ciò indica che  tali  esperienze sono  progettate  in  misura  coerente  con  gli  specifici  bisogni  degli alunni. Inoltre, sempre nel medesimo D.Lgs. art. 6 comma 3 si indica la modalità di valutazione dei percorsi degli studenti certificati: «La valutazione e la certificazione delle competenze acquisite dai disabili che frequentano i percorsi in alternanza sono effettuate a norma della legge 5 febbraio 1992, n.104, con l'obiettivo  prioritario  di riconoscerne e valorizzarne il potenziale, anche ai fini dell'occupabilità».
Emerge chiaramente la necessità per i nostri allievi con disabilità, come per tutti gli altri studenti, di costruire progetti calibrati sulle loro capacità e bisogni. Per realizzare tutto ciò è necessario dialogare e coinvolgere tutti i soggetti che interagiscono con l'allievo: famiglia, neuropsichiatri, educatori, consiglio di classe, insegnante di sostegno.
I PCTO rientrano a pieno titolo all'interno del nuovo modo di classificare, concepire e vivere la disabilità, un modello "biopsicosociale", in cui essa non è la caratteristica di un individuo, ma piuttosto una complessa interazione di condizioni e situazioni di matrice sociale che deve condurre ad un miglioramento di vita personale e sociale della persona diversamente abile. Dunque, anche la scuola si impegna a progettare attività che garantiscano la piena partecipazione delle persone con difficoltà in tutte le aree della vita sociale, come quella lavorativa.
È un'opportunità significativa per gli allievi con disabilità avere la possibilità di partecipare ad una modalità innovativa di apprendimento che assicuri, attraverso l'esperienza concreta, l'acquisizione di nuove e diverse competenze che andranno a migliorare ed arricchire la propria vita personale e sociale.
Per gli studenti che seguono percorsi differenziati, potrebbe risultare necessaria una flessibilità con eventuale riduzione oraria del percorso nelle strutture ospitanti o presso l'Istituzione Scolastica. Vi sono, infatti, condizioni di disabilità che impediscono allo studente di svolgere percorsi in luoghi diversi da quelli della scuola e per la totale quantità di ore previste. La scuola, pertanto, prevederà per queste situazioni, percorsi alternativi cuciti sulla personalità e sulle reali capacità degli alunni disabili, come ad esempio percorsi formativi in cooperative sociali, strutture di volontariato, laboratori scolastici, Azienda Agraria.
In questo percorso, lo studente certificato può mettersi in gioco, viversi come una risorsa, un arricchimento per sé e per gli altri, secondo un'idea reale di inclusione sociale e non prettamente scolastica anche perché il ciclo scolastico avrà termine e la società ha il dovere di provvedere alla successiva inclusione.
DESTINATARI:
- Alunni certificati del triennio per i quali si prevedono tirocini interni all'Istituto (Azienda Agraria), seguiti dai docenti referenti di ciascun allievo (es. insegnante di sostegno o educatore) affinché comincino a familiarizzare con attività non prettamente didattiche.
- Alunni certificati del triennio per i quali si prevedono tirocini esterni presso enti convenzionati e selezionati in base alle specificità ed attitudini di ciascun allievo.
DURATA: triennale per un monte ore da definirsi in relazione alla specificità dell'alunno.
OBIETTIVI:
- favorire l'inclusione e l'integrazione,
- favorire lo sviluppo di un processo di autoconsapevolezza,
- favorire la crescita personale e sociale.
COMPETENZE: le competenze da sviluppare attraverso i PCTO devono essere coerenti con il “progetto di vita” elaborato nei PEI e comunque devono:
- migliorare la capacità di sviluppare relazioni interpersonali basate sul rispetto e sull’accoglienza dell’altro,
- sviluppare la responsabilità di assumersi e portare a termine un compito,
- migliorare le competenze trasversali, acquisendo abilità specifiche attraverso il modeling.